Ciao a tutti. Oggi vogliamo proporvi un argomento piuttosto interessante e alquanto insolito poichè non vogliamo suggerirvi le solite “cose da fare durante le vostre vacanze” bensì “le cose da NON fare durante la vostre vacanze”. Bene, se la curiosità vi ha preso d’assalto, non vi resta che leggere cosa abbiamo da dirvi.

Iniziamo col dire che la cosa migliore per combattere un male è conoscere i suoi punti deboli.  Ciò è un po’ quello che faremo noi oggi. La conoscenza sarà la chiave giusta per rendere piacevole il vostro soggiorno in terra straniera ed evitare inconvenienti spiacevoli.

E’ ora di arrivare al dunque, elencandovi le “cose da NON fare durante la vostra vacanza”. Pronti? Via!

  • Non bisogna andare di fretta. Un po’ la sete di conoscere un po’ il tempo stringe, spesso siamo colti da questa brutta e contagiosa “malattia”. Niente di più sbagliato. Tutto ciò contribuirà solo a portare stress, stanchezza, a non imparare nulla di nuovo e addirittura a non godersi praticamente niente. Ora giustamente vi starete chiedendo qual è il segreto per fare le cose come si deve? Tutto sta nel sapersi organizzare (ed è più facile di quanto sembri!).

 

  • Non bisogna cercare di affannarsi a fare tutto quello che si desidera o quello che non si è mai visto in pochi giorni di vacanza, a tutto c’è un limite (anche di tempo in questo caso!). Scegliete delle priorità e puntate su quelle… per le cose rimanenti, avete una scusa in più per ritornarci!

 

  • Non si dovrebbe andare in un posto straniero e non conoscere almeno qualche parola base del luogo in cui siete diretti. Un po’ per cultura personale (sarete sicuramente più arricchiti culturalmente) e un po’ per rendere più proficua e liscia la comunicazione (ricordate non tutti i paesi conoscono bene l’inglese!) e poi se vi si presenta l’occasione di una conoscenza come credete di approcciare, eh?!

 

  • Non visitare solo musei o chiese. Questo non vuol dire che bisogna ridurre le visite o altro ma significa solamente di ritagliarvi, tra una vista e un’altra, qualche spazio per passeggiare, perdervi nell’atmosfera circostante (ma anche nelle tipiche stradine) o godervi il panorama della città o ancora fare attività diverse dal solito. Tutto ciò combinato insieme e nella maniera giusta vi regalerà emozioni uniche.

 

  • Non dovete mai rinunciare a fare qualcosa di cui avete voglia, soprattutto nel caso in cui siete in compagnia. Se ad esempio i vostri compagni d’avventura hanno deciso di non andare in un determinato luogo, questo non vuol dire che dovete rinunciare al contrario dovete avere il “coraggio” di fare quello che desiderate con o senza loro. Vorrete mica tornare a casa con il rimorso e col finire di rinfacciare la questione ai vostri compagni per il resto della vita?!

 

  • Non farsi stressare dai souvenir. Una questione da non sottovalutare. E’ giusto portare qualche ricordo del posto in cui siete stati ma solo alle persone a cui voi volete davvero regalare qualcosa, altrimenti spenderete soldi e tempo quando, invece, questi non sono mai abbastanza. Un’ idea per un presente molto originale e ed economico (quasi a costo zero)  è quella di regalare qualche foto che avete fatto voi, come se fosse una cartolina ma sarà sicuramente più apprezzato e bello.

 

  • Non passate troppo tempo a postare foto o a stare al telefono. Non diciamo che bisogna evitarlo perché ormai viviamo in un modo dominato dalla tecnologia (e anche noi in primis ne siamo coinvolti) però almeno fatelo a giornata finita o al vostro rientro. Cercate un equilibrio e godetevi il momento, per postare c’è sempre tempo.

 

  • Non rimanete senza alternative. Malauguratamente potrebbe capitare qualche giorno di pioggia e per non farsi prendere dal panico e dallo sconforto basta semplicemente trovare un’alternativa valida allo stare all’aperto. Intrattenetevi in attività da fare al chiuso che in ogni città non mancano mai. Magari potreste addirittura essere “contenti” di questo spiacevole inconveniente e cogliere l’occasione per conoscere qualcosa di nuovo. Da oggi in poi mai più senza alternative!

 

  • Non siate troppo rigidi con voi stessi. Concedetevi qualche piacere proibito che sia cibo, o divertimento, quello che volete… l’importante è cogliere l’attimo e vivere nuove esperienze in serenità.

 

  • Non bisogna mai dimenticarsi di viaggiare senza una mappa. Anche se spesso non lo si crede ma questo dettaglio è importante, in quanto non sempre il GPS può risultare preciso e funzionante. Prima di partire potrete, ad esempio, procurarvi una mappa e segnare su di essa quali sono i posti d’interesse che volete visitare.

 

  • Non spostatevi sempre in taxi poichè questo risulta più costoso rispetto al mezzo pubblico.

 

 

Con questo undicesimo punto, finiscono qui i nostri suggerimenti. Speriamo vi siano stati utili affinchè possiate affrontare con più consapevolezza il vostro viaggio e godervelo in totale serenità.

Non dimenticate di farci sapere le vostre opinioni a riguardo lasciando un commento nella sezione al di sotto dell’articolo, noi saremo felice di leggervi tutti.

Un bacio.

52 thoughts on “11 cose da NON fare durante la vostra vacanza

  1. These are all great tips and reminders of how to slow down and enjoy your time exploring an area. I agree it’s a good idea to do the things you want, even if others are not on board. Thanks for sharing!

    1. Thank you for reading our article! We hope these tips can help you during your next trip and remember that if you decided the destination or the itinerary this means that you are the boss haha

  2. Some great tips, things I actually take for granted like learning some of the language, not buying souvenirs and even taking a break from my social media life to actually have a holiday

  3. Great points! Especially about not rushing or spending too much time on your phone. Nothing spoils a trip for me like trying to cram too much into it, or trying to share everything that happens.

    1. When you travel you have to see what surrounds you with your own eyes! Only when the trip is over you can share it wherever you want.
      In our society this tip is one of the most important!

  4. I agree – the experience is always in losing yourself in your surrounds, watching life in another country, chatting with locals and having authentic cultural experiences rather than how many souvenirs one might buy or how many churches you visit.

  5. Thanks for these tips! When I travel I enjoy every moments of it, and not in a hurry. But I couldn’t helped noticed about some travels who acts like a diva, just because they are guests. Its annoying, and they keep on whining.

    1. There are different types of traveler in this world, but for us the best category is the one that enjoys the trip with passion and fun, learns from it and does everything with rationality!
      Travelling is an experience that forms you!!

  6. I totally agree about not rushing and also not just visiting museums. One of my favourite things to do at a destination is to explore and get to know the neighbourhoods and streets.

    In terms of your taxi suggestion I think it’s always best and cheaper to use public transport as much as possible. This is what the locals probably do, or even walk between places if possible. You’ll see so much more.

    1. Exploring the neighbourhoods and streets is a good way to know better a place, to get in touch with the people who live there. Plus if you want to learn more about the culture, of the place you are visiting, you can act like a local; for example using public trasports! There are so many things you can do 🙂

  7. It’s so tempting to rush. Just because you have the feeling you want to see everything. I love your post. We shouldn’t rush and just take the time and enjoy everything. I used to stress out about souvenirs as well. Luckily I’ve decided to let it go. And only buy something when I accidentally see it. But I don’t go looking for it. (Except for a fridge magnet haha, I buy one in every country I visit)

    1. Enjoy the moment is one of our favorite! We know that it’s impossible to visit everything in few days but it is better to vist few things that lots of things without understand nothing. Quality over quantity!
      Fridge magnets are a classic for everyone 🙂

  8. These are some great tips. I agree museums are good but there is so much more to see in a city. Also Taxis are really expensive. I love exploring the city on foot& via local transport.

  9. These are amazing tips! It is so important not to stress and trying to do it all. I can relate to this when I planned my trip to Cuba. It was better to spend more time at 3 places then to see 10 places in a short time. A map or Lonely planet Guide book is essential I think 😀

    1. It is true! In this case we think that is better the quality than the quantity. If you don’t have the possibility to respect the itinerary this means you have a second chance to explore the place again 😉

  10. The point with map is true! We shouldn’t forget that, even if we have gps and phone with us – never know what can happen! 🙂

  11. These are great tips! I went to Playa del Carmen a couple of years ago with friends, and every day on the beach they wanted to get up and walk the beach. I was perfectly content to sit and read, and did just that. It worked out perfectly for all of us!

  12. When I used to to travel with my whole group of friends it was a nightmare getting into places and making decisions on what to do; now that I travel in small groups, I’m amazed at how smoothly travelling can go!

  13. These are great points while travelling! I like that you reminded us about the details we usually take for granted like not knowing some basic words from the foreign places we visit or even spending too much time posting pictures. Great post!xx

  14. Totally agree! Your tip about ‘not worrying about getting to everything, it gives you a reason to come back’ is great. My last vacation was very last minute so nothing was planned out. The last couple days we tried to fit in as much as possible and it was too late. At first, I was bummed that I missed so many amazing sights I didn’t even know existed until we got there, but then I realized it was the perfect excuse to go back!

    1. This can happen when you don’t have the time to oragnize the itinerary for your last minute holiday, we know something about it…
      The second time will be more exciting, we are sure 🙂

  15. I like your advice about not just sticking to museums etc. don’t get me wrong I love museums (Spent the days wandering Glasgows museums today) but some of my best travel memories are from when you just simply go for a walk and explore. Great advice !

    1. Visiting museums is very important not only to know the history of the place but also to know the present. You don’t have to explore only them also because one of the best way to understand the society is to live between the locals!

  16. Could not agree more to these best tips. Knowing a few words of the foreign language is a gem of a tip and has saved my life a few times in Europe. It’s much easier to get a conversation started with a local. Thanks 🙂

  17. Great post and quite useful tips ! When I’m in a new city I normaly go and lose myself. I love wandering in the streets without know where i am. You normally have really good surprises 🙂

  18. I really like your second point because sometimes I do find myself caught up in the hustle and bustle wanting to get to see everything and in turn seeing nothing. YOU CAN ALWAYS COME BACK

  19. E non cercare di sentirsi come dei colonizzatori appena arrivati su un’ isola, accettare senza se e senza ma gli usi e costumi di un posto, rispettare le file, i luoghi etcc… etcc… questo è un post che fa venire voglia di scrivere tante cose sull’argomento! 🙂

    1. Pienamente d’accordo con ciò che hai scritto, il rispetto prima di tutto. In fondo siamo degli ospiti lì ahah
      Ci sarebbero molti altri suggerimenti da dare, ma l’articolo diventerebbe molto lungo… Un’idea per una seconda parte!

  20. D’accordissimo con queste “regole”…. l’unica cosa che io non riesco a fare è star lontano dal telefono…. sono molto social e mi piace postare in diretta dove sono, cosa vedo, cosa faccio 😀

    1. Non sei l’unica, nella società moderna questo è tipico. La pecca è che così facendo non ti godi appieno il momento e soprattuto non con i tuoi occhi (se ovviamente guardi le cose attraverso fotocamera haha).

  21. Bellissimo articolo! Sono d’accordo devi ammirare la città senza fretta e conoscere almeno qualche parola nel paese dove vai. La comunicazione è indispensabile 😉

    1. In fondo se ti piace viaggiare significa che hai sete di conoscenza e spirito di curiosità, qundi imparare qualche nuova parola straniera dovrebbe risultare stimolante e piacevole. Non trovi? 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *