Ciao a tutti. Se avete letto l’ultimo post saprete benissimo che il nostro viaggio in Belgio è finito ma non disperate perchè oggi inizieremo una nuova avventura alla scoperta dei Paesi Bassi (ricorderete o avrete modo di conoscere questa nazione per la ricca vegetazione, i tulipani, gli zoccoli e soprattutto la bicicletta, il mezzo di trasporto più utilizzato in assoluto).

Prima di tutto bisogna ricordare che i Paesi Bassi non sono “l’Olanda” in quanto quest’ultima sta ad indicare soltanto due province che formano i Paesi Bassi e che sono: l’Olanda Settentrionale e l’Olanda Meridionale.

Chiarito ciò, possiamo iniziare.

I Paesi Bassi confinano a sud con il Belgio e ad est con La Germania e  sono bagnati dal mare del Nord. La nazione comprende anche le isole caraibiche di Bonaire, Saba e Sint Eustatius che sono, però, municipalità a statuto speciale. E’ diviso, inoltre, in 12 Province (Brabante Settentrionale, Drenthe, Flevoland, Frisia, Gheldria, Groninga, Limburgo, Olanda Meridionale, Olanda Settentrionale, Utrecht, Overijssel e Zelanda).

I Paesi Bassi sono divisi in due parti da un complesso sistema di fiumi che hanno origine dalla Schelda, dalla Mosa e dal Reno. Questa divisione rileva anche differenze dal punto di vista culturale (per quanto riguarda i diversi dialetti parlati al nord e al sud dei fiumi) ma anche dal punto di vista religioso (calvinista al nord, e cattolica al sud).

Per quanto riguarda il clima di questa regione possiamo definirlo oceanico. L’inverno non è molto rigido e l’estate è piuttosto fresca.

La lingua ufficiale è l’olandese ma, ovviamente, come in ogni paese al mondo, non possono mancare i dialetti (un esempio è il basso sassone).

La religione più presente nella nazione è quella cristiana anche se bisogna dire che i Paesi Bassi sono il paese con la percentuale più alta di abitanti atei. Certamente accompagnato al cristianesimo ci sono sempre le minoranze religiose. Pensate che i Peasi Bassi, proprio per il suo aspetto multiculturale (accentuato soprattutto negli ultimi anni) lo rende il secondo paese (prima c’è la Svizzera) con la più alta percentuale di immigrati.

Passiamo ora all’economia, un campo abbastanza prospero ed importante. Non a caso il porto di  Rotterdam (considerato il porto più grande d’Europa) è il centro da cui prende vita l’economia.

Tante sono le cose da fare e da visitare quindi continuate a seguirci per scoprire quale sarà la “città inizio” di questa nuova avventura.

 

522737637952b

 

2 thoughts on “Paesi Bassi

  1. I love this! I’ve always wanted to go to the Netherlands and I’m glad you researched it and I could learn a lot from this post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *