Ehilà viaggiatori, eccoci carichi e prontissimi per una super nuova avventura. Oggi siamo ci stiamo dirigendo verso un’altra grande città della Francia, ovvero Bordeaux. Che dite? Iniziamo? Allora, presentazione.

Bordeaux è un comune francese, capoluogo del dipartimento della Gironda. La città è la sesta più popolosa del paese ed è attraversata dal grande fiume Garonna. Si affaccia sull’oceano Atlantico ed è un portuale accessibile soprattutto dalle navi più importanti e imponenti. Inoltre Bordeaux è nota in tutto il mondo per l’omonimo vino e per la sua grande importanza (storica, culturale…) e bellezza tanto che l’Unesco ha definito il suo centro storico come patrimonio dell’umanità. Cogliamo l’occasione per dirvi che ad anni irregolari ha luogo il vinexpo, una delle più grandi mostre per i professionisti o amanti del vino e degli alcolici di tutto il mondo. Per quanto riguarda l’aeroporto, bisogna spostarsi verso il comune di Mérignac per raggiungerlo, ma niente di più facile poichè molto vicino al centro città e facilmente raggiungibile attraverso gli efficienti mezzi di trasporto. Bordeaux ha diversi cantoni, per la precisione ne sono 5. Ora, però, è tempo di iniziare l’esplorazione.

Per sapere di più (dove mangiare, cosa mangiare, dove divertirsi, dove acculturarsi…) continuate a leggere.

Ci siete tutti? Allora possiamo cominciare.

 

LUOGHI DA VISITARE (MUSEI/TEATRI…)

Cathédrale Saint-André de Bordeaux

  • Cathédrale Saint-André de Bordeaux: è la cattedrale della città in stile romanico ed è monumento storico della Francia. Inoltre è stato deciso d’iscriverla sull’elenco del Patrimonio dell’Umanità il Cammino per Santiago di Compostela in Francia. La struttura esterna è composta da due alte torri a punta ed affiancata da altre piccole torri rette sulla parte più bassa della struttura. L’interno, invece, maestoso e con molte reliquie, non a caso possiede tutte le denominazioni precedentemente viste.
  • Altro importante luogo di culto è la Basilique Saint-Michel de Bordeaux. La chiesa ha la particolarità di essere affiancata dalla torre campanaria (una delle più alte di Francia) ed è considerata uno dei principali luoghi di culto della città tanto da essere iscritta nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’Unesco. L’interno anche non vi deluderà. A questi luoghi di culto da visitare si aggiunge anche l’Abbatiale Sainte-Croix classificata come monumento storico di Francia.
  • Tour Pey Berland: è il campanile della cattedrale di Saint André. Quest’alta torre è composta da diversi livellli, il pianoterra dove c’è una cella campanaria e due terrazze dalle quali si ha una vista della città a 360 gradi (la prima è posta a 40 metri di altezza, la seconda a 50 metri). Il tutto è raggiungibile tramite una scala a chiocciola (dai che sappiamo che l’energia non vi manca!). Fa parte della lista dei patrimoni dell’umanità, come del resto, isieme a tutti gli altri monumenti del centro storico di Bordeaux.
  • Cité du Vin: è un museo, un luogo in cui ci sono mostre, spettacoli, proiezioni di film e seminari accademici tutte a tema vino. In più troverete diverse attività, da quelle didattiche a quelle sensoriali, offrendo numerosi spunti di riflessione e di approfondimento. C’è proprio una grande cura dell’immagine e dell’allestimento, dunque, non solo della struttura esterna (con questa forma geometrica tanto particolare e di colore argento riflettente) ma anche delle singole sale. Al piano terra troverete un bistrot, il negozio dei vini e quello dei souvenir. Al settimo piano, poi, c’è il ristorante panoramico e ancora, all’ultimo piano si trova un belvedere dove potrete gustare un calice di vino  ammirando il panorama della città. Amanti del vino fatevi avanti, non potete perdervi questa grande occasione.
  • Per chi, però, preferisce visitare una cantinola con mostre di diversi vini e ovviamente degustazioni c’è, invece, il Musée du Vin et du Négoce e per qualcosa di più sofisticato, raffinato ed elegante (come la struttura suggerisce) c’è lo Château Les Carmes Haut-Brion.
  • Musée d’Aquitaine: è un museo di storia, archeologia ed etnografia di Bordeaux. L’interno offre reperti storici ed archeologici dalla regione Aquitania che ripercorrono la storia di Bordeaux e della sua regione dalla preistoria all’età contemporanea, a ciò si aggingono anche diverse riproduzioni come quelle di un negozio di alimentare, di una nave in miniatura e così via. Alcune collezioni, però, provengono dall’Africa e dall’oceano atlantico. All’interno il museo ospita anche una biblioteca. Un posto molto interessante.
  • Palais Gallien: è un anfiteatro romano situato nel centro di Bordeaux, che è stato dichiarato monumento storico. Un tempo aveva degli spalti in legno che ora non ci sono più essendo costituito solo da alcuni resti di quella che prima era un’importante struttura. Nonostante ciò il reperto è ancora in buono stato ed è davvero molto interessante da vedere e scoprire la sua storia. Tra l’altro c’è una riproduzione in miniatura dell’anfiteatro esposta nel Museo d’Aquitania che abbiamo appena visitato.
  • Musée des arts décoratifs et du design: la sua sede è situata in un’abitazione lussuosa (hôtel de Lalande) e questa già la dice lunga. Oltre il suo elegante aspetto esterno, all’interno troviamo collezioni (distribuite in più piani) composte da mobili, ceramiche, vetreria, argenteria, strumenti musicali, miniature, servizi da tavola ed oggetti personali, tutte testimonianze della storia di Bordeaux e del suo stile di vita della classi più agiate ai tempi della Rivoluzione Francese. Invece per un’arte molto particolare, che prende il nome di arte grezza con le caratteristiche di essere naturale, astratta, spontanea e a tratti psicologica c’è il Musée de la Création Franche.
  • Institut Culturel Bernard Magrez: si tratta di un incantevole chateau, castello (ma non quelli dall’aspetto fabiesco), poco distante dal centro dedicato ad esposizioni di arte contemporanea con mostre anche di artisti locali. Le mostre cambiano regolarmente quindi c’è sempre qualcosa di nuovo da vedere. La struttura è composta da bellissimi giardinetti con tanto di cespugli ben curati e con una particolare forma. Bello davvero!
  • Musée national des douanes: è un museo nazionale sulla storia delle usanze francesi situato in Place de la Bourse. Il museo ospita collezioni di dipinti ma anche oggetti storici come divise, cappelli e oggetistica varia. L’architettura del palazzo è molto bello e abbastanza vasto e lungo. Insomma un luogo perfetto per conoscere la nostra meta nel profondo.
    Un altro museo storico, questa volta però, incentrato sul periodo della seconda guerra mondiale è il Centre National Jean Moulin.
  • Due musei che vi consigliamo di visitare se siete appassionati di scienza e di storia naturale (perfetti, tra l’altro, se avete bambini) sono Cap Sciences e Muséum d’histoire naturelle de Bordeaux. Ci sono tante attività da poter fare e tante curiosità e storie tutte da conoscere.
  • BETASOM: era la base navale dei sottomarini della Regia Marina (armata navale italiana) a Bordeaux durante la seconda guerra mondiale. Attualmente la base ospita uno spazio culturale molto visitato e dunque anche se il tema storico-militare non vi appassiona tanto, noi ve lo consigliamo lo stesso perchè è un’esperienza molto bella da vivere in quanto si entra proprio in un luogo che vi riporterà indietro nel tempo facendovi imparare la storia in modo molto originale.
  • Château du Hâ: è un’antica fortezza di Bordeaux, dove attualmente sono situati il Palazzo di Giustizia e la Scuola Nazionale dei Magistrati. Sempre a tema castello, qualora, voleste visitarne uno, non molto distante dalla città è situato il bellissimo Château Thouars.

Tra i vari teatri che troviamo a Bordeaux ci sono: Grand Théâtre de Bordeaux, Théâtre Femina, Café Théâtre des Beaux Arts, Théâtre National de Bordeaux en Aquitaine e Rock School Barbey (che però è più utilizzato per concerti di vario genere).

Palais Gallien

 

DIVERTIMENTO (PUB/DISCO/PARCHI…)

Jacques-Chaban-Delmas

Si continua ad esplorare senza sosta. Forza!

  • Iniziamo, subito il nostro tour, girando in lungo ed in largo per la città: Place des Quinconces, una delle vaste piazze della città. Al centro una fontana ed una statua (il monument aux Girondins, classificato come monumento storico), attorno dei giardinetti ed una parte più “boscosa”; in più la piazza è spesso adibita a vari usi come mercati o mini luna park. Place du Parlement è una piazza all’italiana molto bella situata in prossimità della place de la Bourse. È monumento storico della città. Porte Cailhau è una porta storica di Bordeaux che collega il centro storico. Ad ogni modo questa non ha proprio l’aria di essere una porta bensì sembra l’entrata di un magnifico castello fiabesco che di notte diventa maggiormente suggestiva tramite il gioco di luci dei fari. Porte Dijeaux è una porta storica di Bordeaux costruita in stile classicista che sicuramente incontrerete poichè situata all’ingresso occidentale della città, ovvero nella parte medioevale che dà l’accesso a Place Gambetta. Palais Rohan è il municipio cittadino situato presso Place Pey Berland.
    Invece per lo shopping abbiamo Rue du Pas Saint George dove si trovano negozi che vendono bijoux fatti a mano, abiti vintage e oggettistica varia. Rue Saint Catherine che detiene il primato di strada pedonale più lunga d’Europa ed è una via commerciale con negozi delle catene di abbigliamento più conosciute. Cours de l’Intendence è una larga strada pedonale dove sono situati negozi di alta moda, pensate, dunque, che è la zona più elegante della città. Place des Grands Hommes un piccolo centro commerciale in cui poter passare un pò di tempo libero.
  • Pont de Pierre: è un suggestivo ponte sul fiume Garonna che conduce verso il centro. È una zona pedonale ma ci passano anche bus e tram, ovviamente nell’apposita corsia, inoltre potete percorrerlo anche in bici. E quando cala la sera e lampioni si accendono, magia!
  • Jacques-Chaban-Delmas: è un ponte mobile sul fiume Garonna, ovvero si solleva quando c’è il bisogno di fare passare una nave. Ha un aspetto molto moderno sopattutto i suoi quattro pilastri laterali. Inoltre di sera il ponte è tutto illuminato dal basso all’alto. Uno spettacolo da vedere.
  • Miroir d’eau: letteralmente specchio d’acqua ed è proprio quello che rappresenta. Si tratta, appunto, di un vasto spiazziale con dell’acqua (pochi cm di acqua per la precisione) al suo interno in cui si specchia un palazzo della famosa piazza, Place de la Bourse, situato proprio di fronte ad esso. Però dobbiamo aggiungere che pare sia funzionante solo da aprile ad ottobre. Ad ogni modo è uno dei posti più fotografati della città e noi possiamo capire il perchè.
  • Jardin Public Bordeaux: è un parco urbano di Bordeaux in cui sono presenti anche un giardino botanico e l’erbario del museo di storia naturale di Bordeaux. Il parco è pieno di lunghi sentieri costeggiati da prati, alberi, fiori, laghetti (abitati da oche), giochi per i più piccoli e ponti molto suggestivi. Che maraviglia!
    Per stare ancora di più a stretto contatto con una natura incontaminata vi suggeriamo la Réserve écologique des barails ma anche il Parc Rivière, un bel parco in cui sostare.
  • Poco distante da Bordeaux, esiste un luogo molto unico e assolutamente da visitare, ovvero le Dune du Pilat. Di cosa si tratta? Bene, sono vere e proprie montagne di sabbia, il cosiddetto “deserto” di Bordeaux. Ci sono vari modi e metodi (per ogni esigenza e adatti a tutti) per affrontare queste piccole montagne. Vi assicuriamo che una volta arrivati in cima la vista da lassù è fenomenale! Andateci, è bello, divertente ed è un’esperienza da vivere.
    Ci sono, comunque, altri modi per divertirsi in città quali: Bègles plage un piccolo laghetto balneabile in cui potersi rinfrescare nelle calde giornate estive. Il Casino Théâtre Barrière de Bordeaux oppure due giochi di fuga, Virtual Room – Réalité Virtuelle Bordeaux, John Doe Escape Game Bordeaux. Giro in barca con tanto di cena sul fiume Garonna. Andare a spasso su di una bici nelle tante piste ciclabili che la città offre. Ce ne sono veramente tante anche panoramiche per un tour della città un pò diverso dal normale. Skatepark Le Hangar Darwin per un pieno di street art con tanto di piste in cui utilizzare i vostri (o anche i non vostri) skate.
  • Se siete a Bordeaux durante il fine settimana, non potete non passare la mattinata al Marché des Capucins, ovvero un mercato che racchiude tutto il meglio dei prodotti alimentari francesi con in più la possibilità di assaggiare le prelibatezze locali, tra cui le famose ostriche che provengono dalla vicina baia di Arcachon.
  • Le port de la Lune è il soprannome dato al porto di Bordeaux per la sua forma a mezzaluna lungo la Garonna. Esso si estende dal Quai de Bacalan al Quai de Paludate. Tutto attorno diverse boutique, bar e ristoranti di classe. Una zona piacevole ed elegante da visitare e che sicuro vi conquisterà. Inoltre l’area è stata dichiarata Patrimonio mondiale dell’Unesco.

Place de la Bourse

La vita notturna a Bordeaux è molto vivace e presente soprattutto nelle zone quali: Saint-Pierre ricco di locali,
Rue Sainte-Catherine, Place du Parlement, quartiere dei Bassins à Flot (per serate molto movimentate), insomma c’è l’imbarazzo della scelta.

Più nello specifico vediamo alcuni locali in cui potersi recare:

  • La Palmeraie: locale notturno
  • Bora Club Bordeaux: disco
  • La Chaloupe: disco
  • BT Club: disco
  • The Donkey Who Cough: bar
  • Café Oz

 

PIATTI TIPICI

Lamproie à la bordelaise

È la volta dei piatti tipici di Bordeaux. A noi l’onore di aprire le danze!

Ci teniamo a precisare che Bordeaux è una delle capitali gastronomiche del mondo e quindi sicuro non ne usciremo a pancia vuota! Così come ci tocca specificare che la città è la sovrana del vino su cui, difatti, ha costruito parte della sua fortuna.

  • Tra i piatti tipici spiccano la lamproie à la bordelaise, ovvero un una specie di anguilla della Garonna che viene cucinata con porro e vino rosso.
  • Entrecote à la bordelaise: costata di manzo cotta insieme alla cipolla e al vino rosso (ormai una costante!).
  • Caviale della Gironda: famoso in tutto il mondo (così come le ostriche del Bassin d’Arcachon) che solitamente aprono ogni pranzo o cena bordolese.
  • Canelé: si tratta di piccoli dolcetti spugnosi (tipo babbà per intenderci) dalla forma cilindrica con una spessa crosta caramellata al gusto di rum e vaniglia. Una vera bontà!
  • Bouchon: proprio come il nome suggerisce (letteralmente signifca tappo di sughero) è un piccolo dolce croccante fuori con all’interno pasta di mandorle e uvetta.

Canelé

 

DOVE MANGIARE (RISTORANTI/BAR…)

Dopo aver saputo quali piatti tipici ci attendono, non ci resta che andare a ricercare qualche locale in cui gustarli.

  • Loco By Jem’s: gastropub con cucina francese e internazionale.
  • Arcada: cucina francese, europea.
  • Le Metropolitain: wine bar con cucina francese, vegetariana.
  • Le Comptoir Fromager: wine bar con cucina francese, europea.
  • Restaurant Son’: cucina francese, europea.
  • O p’tit bahut: wine bar con cucina francese.
  • Rest O: cucina francese, europea, vegetariana.
  • Bo-tannique: cucina francese, europea.
  • L’Originel: cucina francese, europea.
  • La Rotisserie Saint Michel: cucina francese.
  • La Taupiniere: cucina francese, europea, vegetariana.
  • La Taniere: bar con cucina francese, europea.

 

Giungiamo così al termine di quest’altra avventura francese. Noi, però, siamo già proiettati verso la prossima meta. Quale sarà secondo voi?

Fateci sapere le vostre opinioni riguardo questo luogo. Se vi è piaciuto o meno, se ci siete stati o avete intenzione di andarci? Cosa vi è piaciuto di meno e cosa di più? Insomma, siamo curiosi di leggere le vostre opinioni.

Un bacio a tutti.

 

Qui di seguito vi elencheremo gli alloggi in cui potrete soggiornare nella città di Bordeaux.

Alloggi presso l’aeroporto Mérignac 

Alloggi in città

Alloggi presso il centro città di Bordeaux

Alloggi presso la stazione centrale

 

Booking.com


84 thoughts on “Bordeaux

  1. My ancestors came from France and it is a burning wish of mine to visit some day. I would absolutely lose myself in the beautiful old churches and buildings, but in a good way!

  2. What a great summary of what the area has to offer. I feel like with this blog post I’m ready to just get up and go. I have only been to Paris once and briefly. I look forward to the day that I can explore many areas of France in more detail.

  3. I would love to visit here. I hope the travel ban doesn’t last until the end of the year so I can book some vacations.

  4. Although I’m not sure I’m brave enough to try the food, the architecture looks absolutely amazing. Someday I plan to spend some time exploring Europe.

  5. The idea of a museum where everything that is happening there is based around wine sounds incredible! Even better that it’s in France (somewhere I have been talking to my husband about visiting in the not too distant future). It looks like I need to add Bordeaux to our list of must-visit spots.

  6. I visited some of those places when I was a wee girl. I have dreamed to go back, and you re-ignited that dream plus memories of the pictures of me and my family there.

    1. Se organizzi il tour francese ti consigliamo davvero di mettere Bordeaux tra le mete.
      Per altre guide o ispirazione guarda la categoria “Francia” è in aggiornamento, altri post sono in arrivo 😀

  7. Bordeaux is on my travel list, I will consider visiting once the world goes back to normal. Thanks for sharing these info, I will be taking some tips.

  8. That looks like such a fun trip! I can’t wait to be able to travel again. I wonder what travel will look like in the next year or so.

  9. Wonderful information about this beautiful city! I love that you give several recommendations for everything someone could do – eat, play, etc. Looks like a wonderfully historic place to visit.

  10. Dei posti meravigliosi da visitare, sperimamo che la quarantena finisca in fretta così da poter tornare a muovarci.

  11. I want to visit so badly! The food looks divine (omg that beef) and the culture seems so rich. I cannot wait to be able to travel again. France is definitely on the top of my list!

  12. Complimenti per la guida dettagliata, molto carina Bordeaux. Durante il viaggio che mi ha portata a Bordeaux, in realtà mi sono dedicata poco alla città avendo voluto visitare le zone limitrofe di Medoc, Pomerol, la bellissima Saint Émilion, il Bacino di Arcachon e tutta una serie di villaggi sulla costa atlantica e non, molto carini. Ci tornerò, molto preparata grazie ai vostri suggerimenti.

    1. Ciao Sabina, è fantastico leggere del tuo apprezzamento!!
      Durante un viaggio purtroppo non sempre abbiamo il tempo di vedere tutto però guardando il lato positivo possiamo dire che così facendo ci si conserva qualcosa per un prossimo viaggio nella stessa meta 😉

  13. Una delle mie mete ormai da anni, rimando sempre ma devo proprio decidermi appena finisce tutto questo casino e partire assolutamente!

  14. Such a beautiful place. Would love to visit the cathedral and the canele looks delicious

  15. Non sono mai stata a Bordeaux, grazie per avermi fatto conoscere questa meravigliosa città.

  16. Bordeaux sembra davvero un gioiello e spero di vederla prima o poi. La crostata e i canelé poi sembrano davvero squisiti! Bisogna solo aspettare di poter viaggiare nuovamente.

  17. Sebbene sono stata più volte in Francia, non conosco Bordeaux. La prossima volta che ci torno cercherò di andarla a conoscere.

  18. La mia visita della Francia si è fermata a Parigi, ma da tempo vorrei visitare tanto altro… c’è tantissimo da scoprire!
    BUONA PASQUA!

  19. Non sono mai stata a Bordeaux, ma dovendo andare in Francia sceglierei altre mete. Non amo particolarmente il vino e amo il mare quindi tutta la costa. Parigi, la Loira e la Provenza già stata. Devo dire una cosa: complimenti! Finalmente una guida che parla anche della vita serale e notturna. Tutti i blogger descrivono monumenti, parchi, qualcuno ristoranti, ma o vanno a dormire con le galline, o hanno la sindrome di Cenerentola. Io viaggio da sola e amo uscire la sera, per fortuna c’è qualche blogger che non sta in convento.

    1. Ciao Valentina, ti ringraziamo per il feedback. Riteniamo che la vita notturna faccia comunque parte dell’esperienza del viaggio, è pur sempre un modo di conoscere più a fondo gli usi e costumi del luogo. Ovviamente durante un viaggio ci deve essere anche spazio per un po’ di sano divertimento 😉

  20. Questa città è una vera perla per la sua capacità di unire una grande cultura ad una ampia offerta.

  21. Wow, it certainly doesn’t look like there is any lack of things to do or places to eat in Bordeaux! Your pictures are beautiful.

  22. Bordeaux è tra le città che ho in mente di visitare sono sempre stata affascinata dalla Francia e questo articolo mi ha convinto ancora di più.

  23. Non sapevo che Bordeaux avesse tanto da offrire al turista. Merita una visita sia per le bellezze monumentali che per l’enogastronomia ricca. Sarà una delle mie prossime mete appena finirà questa quarantena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *