Ciao a tutti. Oggi iniziamo ufficialmente il nostro viaggio nei Paesi Bassi. La nostra prima tappa (da come potete intuire dal titolo) sarà Maastricht.

Maastricht è  una città situata nella provincia del Limbrugo (la parte più meridionale delle dodici province dei Paesi Bassi) ed è bagnata dal fiume Mosa (già conosciuto precedentemente nel nostro viaggio in Belgio, ricordate?). La città è ritenuta il luogo di nascita dell’Unione Europea e possessore di un importante patrimonio ma è anche nota per lo shopping. Curiosi di conoscerla più nel dettaglio? Allora andiamo!

Per sapere di più (dove mangiare,cosa mangiare, dove divertirsi, acculturarsi…) continuate a leggere.

Pronti per un carico di cultura?? Allora tutti sull’attenti!

 

LUOGHI DA VISITARE (MUSEI/TEATRI..)

Sint_Janskerk_(Maastricht)

  • Prima di tutto dobbiamo dire che la città è divisa in distretti, tra questi ci sono: Jekerkwartier, un quartiere piuttosto pittoresco con case antiche e resti di mura della città. La Latin Quarter di Maastricht, dominato principalmente da scuole, edifici e università. Boschstraatkwartier, un quartiere in ascesa situato al nord del centro della città. Wyck, un vecchio quartiere situato sulle rive del fiume Mosa. Céramique, un moderno quartiere che include un bellissimo parco (Charles Eyckpark) e le fantastiche grotte di Sint-Pietersberg.
  • Helpoort: un cancello affiancato da due torri è la porta più antica dei Paesi Bassi ed è situata nel quartiere di Jekerkwartier.
  • Waterpoortje: la porta medievale situata in Wyck, usata per accedere alla città attraverso il fiume Mosa.
  • Casemates: una fitta rete di tunnel sotterranei che collegano le diverse parti della città.
  • Basilica di Saint Servatius: centro del cattolicesimo a Maastricht, situato nei pressi della piazza principale di Vrijthof. La chiesa contiene tante reliquie (tra cui Key of St Servatius) e diverse sculture.
  • Basilica Our Lady: chiesa situata nel centro storico di Maastricht. Un importante luogo per le sue relique, per la “cintura della Vergine Maria”, per la collezione d’avorio. La chiesa dispone, inoltre, di un chiostro.
  • Sint-Janskerk: edificio in stile gotico a forma di torre, caratterizzata dal colore rosso. E’ la chiesa protestante più importante della città ed è situata vicino alla Basilica di Saint Servatius.
  • Derlon Museumkelder: un piccolo museo archeologico con vari resti dell’epoca romana. Il museo si trova al piano più basso dell’ Hotel Derlon Onze-Lieve-Vrouweplein ed è gratutito… basta solo non dimenticarsi di prenotare.
  • Bonnefanten Museum: museo di arte contemporanea e antica. La collezione prevede sculture medievali, dipinti italiano ma anche quelli dei Paesi Bassi.
  • Spaans Gouvernement: edificio che oggi ospita il  Museum di aan het Vrijthof, museo di storia e arte. Diverse sono le collezioni di dipinti, porcellana, armi e argenteria.
  • Natuurhistorisch Museum: un museo che ospita le collezioni relative alla geologia, paleontologia e alla flora e fauna di Limburgo. Dietro il museo c’è anche un giardino botanico, tutto da visitare.
  • Maastricht Exposition and Congress Centre (MECC): un centro che ospita molti e vari eventi durante l’anno.

Vediamo, ora, i due teatri più importanti di Maastricht.

Theater aan het Vrijthof e Generaalshuis.

14180061

 

DIVERTIMENTO (PUB/DISCO/PARCHI…)

Hoge Brug, Maastricht, Limburg, Nederland

Speriamo non siete già stanchi perchè a Maastricht c’è molto da passeggiare… ma anche da rilassarsi, tranquilli!

  • Le vie principali dove poter passeggiare o fare shopping o altro sono: Binnenstad, quartiere nel centro della città con percorsi pedonali e tanti negozi, bar, pub e ristoranti (Grote and Kleine Staat,  Stokstraat e Maastrichter Smedenstraat, sono le vie principali). Vrijthof, la piazza principale di Maastricht.  Onze Lieve Vrouweplein, piazza alberata con tante caffetterie. Markt, un altra piazza di Masstricht. Qui potete,inoltre, ammirare il municipio della città. E ancora troviamo il Mosae Forum, un nuovo centro commerciale (per chi ama i motori, nel garage del centro c’è un’esposizione in miniatura delle macchine Citroën. Un buon compromesso per fare felice entrambi i sessi, non vi pare?). Entre Deux, altro centro commerciale, uno dei più importanti (dato che ha vinto diversi premi internazionali), al cui interno possiamo trovare “la libreria più bella del mondo” così proclamata da un giornale britannico.
  • Lungo le rive dalla Mosa potete fare delle magnifiche passeggiate e godere di una magnifica vista o potete anche scegliere di immergervi nella natura e fare visita ai numerosi parchi lì presenti. Lungo la vostra passeggiata troverete bellissimi ponti, come il Sint Servaasbrug (ponte più antico dei Paesi Bassi) e il Hoge Brug.

Amanti della natura fatevi avanti, sta arrivando una carrellata di parchi tutti per voi!

  • Stadspark: il principale parco di Maastricht con un mini zoo, diverse sculture, resti medievali della mura della città, un ramo del fiume Jeker.
  • Jekerpark: un nuovo parco lungo le rive del fiume Jeker, posto quasi vicino allo Stadspark.
  • Het Frontenpark: parco situato ad ovest del centro della città. Un luogo pieno di valori storici e culturali.
  • Griendpark: parco situato sulla riva del fiume. Ospita una pista da pattinaggio e una per lo skateboard.
  • Molto presenti sono le piste ciclabili quindi tanti sono i sentieri da poter percorrere in bici, come ad esempio i quartieri Biesland e Wolder.
  • Maastricht possiede anche un porto fluviale (Beatrixhaven) e tramite il fiume Mosa la città è collegata al Belgio. Per questo motivo, spesso vengono organizzati viaggi in barca per i turisti da Maastricht verso alcune città del Belgio, tra cui Liège. Un occassione per fare una visita anche in Belgio.
  • Lumière Cinema
  • Best Escape: gioco di fuga.

E se è vero che la notte è giovane e voi, volete divertirvi ecco i luoghi che fanno per voi..

  • Cafe Cliniq: disco.
  • De Alla: disco.
  • Cocktail Café Beez: cocktail bar.
  • kaffee priem: cafè.
  • De Knijnspiep: cafè/ pub.
  • Il Cavo Maastricht: disco.
  • La Cubanita Maastricht: bar.
  • Cafe de Pieter: cafè con musica.

28611_fullimage_stadspark-maastricht-2_560x350

 


PIATTI TIPICI

4690-hutspot

Vi sarà venuta un poco di fame, non è così? Allora andiamo insieme a conoscere qualche piatto tipico della città.

Iniziamo col dire che la cucina olandese si presente poco elaborata ma ricca di calorie. Il contatto che la regione ha avuto in passato con  le diverse culture ha fatto in modo che i Paesi Bassi furono infulenzati da esse, soprattutto dalla cucina indonesiana, surinamese e antilliana. Il pasto principale è, generalmente, la cena poichè spesso il pranzo è consumato fuori casa e proprio ciò i Paesi Bassi hanno una forte tradizione legata al cibo di strada (troverete,quindi, con molta facilità, diversi chioschi che vendono i tipici prodotti di strada). Se andrete a mangiare in un risorante, noterete l’assenza dell’antipasto (non fa parte della loro cultura). L’attesa, però, sarà compensata da dal pane accompagnato da un burro da spalmare, dal nome a kruidenboter, contenente prezzemolo, erba cipollina, aglio, pepe e sale. Due varianti possono essere il knoflookboter (in cui l’aglio predomina su tutto) e il citroenboter ai cui tutti gli ingredienti già visti vengono aggiunti il succo e scorza di limone. Nei Paesi Bassi, inoltre, c’è l’usanza di accompagnare le pietanze con del latte o del latte fermentato chiamato karnemelk.

  • Per quanto riguarda le portate, nella cucina olandese è molto presente il pesce come l‘anguilla (paling) o lo sgombro (makreel).
  • Humkessoep: zuppa a base di patate, fagiolini e fagioli bianchi.
  • Hutspot: piatto a base di carote e patate schiacciate, servito con del manzo.
  • Stamppot: piatto a base di patate schiacciate e verdure accompagnato da salsiccia affumicata (rookworst).
  • Kanterkaas, Kanternagelkaas: formaggi.
  • Stroopwafel: un grande biscotto ripieno di caramello.
  • Oliebollen: frittelle dolci ricoperte di zucchero a velo. Una variante del dolce è l’appelbeignet o appelflap (che contiene anche una fetta di mela).
  • Broodje: un panino ripieno di diversi ingredienti, tra cui il  frikandel (patatine e salcicce) o il kroket (sono una specie di crocchè ripieni di carne o di verdure ..ce ne sono diversi tipi).
  • Per le birre, invece, le più consumate sono:  Heineken e la Trappe ma anche la Grolsch e la Bavaria.

eb-oliebollen-gevuld-gepoederd-op-wit

 

DOVE MANGIARE (RISTORANTI/BAR..)

Adesso è ora di vedere i luoghi in cui poter godere dell’ottimo cibo che la città offre.

  • Sofa: cucina francese e mediterranea.
  • Piano B: tipica cucina italiana.
  • Bokes: cucina francese, belga, olandese, europea.
  • Indian House: tipica cucina indiana.
  • ‘t Pakhoes: cucina francese, belga, olandese, europea.
  • FrituurRestaurant Reitz: friggitoria.
  • Wen chow: cucina cinese e asiatica.
  • Livin’ Room: cucina vegetariana, salutistica .
  • Tapas Restaurant Los Amigos: cucina mediterranea, spagnola.
  • Pieke Potloed: cucina olandese, europea.
  • Cafe Zuid
  • Grand Cafe Maastricht Soiron.
  • Cinema Café
  • Blinibar: locale dove poter gustare buoni pancakes.
  • Peter’s Irish Pub
  • Minckelers: cucina europea. Il locale è situato in centro città.

 

Con questo abbiamo concluso la nostra avventura a Maastricht, la nostra prima tappa dei Paesi Bassi. Se volete, continuate a segurci per conoscere la prossima città dei Paesi Bassi che esploreremo.

Fateci sapere le vostre opinioni riguardo questo luogo. Se vi è piaciuto o meno, se ci siete stati o avete intenzione di andarci? Cosa vi è piaciuto di meno e cosa di più? Insomma, siamo curiosi di leggere le vostre opinioni.

Un bacio a tutti.

 

Vi proponiamo qui di seguito qualche hotel dove poter pernottare in serenità.

http://www.booking.com/searchresults.html?iata=MST&aid=960457  – hotel vicino all’aeroporto
http://www.booking.com/searchresults.html?city=-2149006&aid=960457  – hotel città
http://www.booking.com/searchresults.html?district=1165&aid=960457 – hotel nel quartiere di Maastricht



Booking.com

2 thoughts on “Maastricht

  1. Great to read about Maastricht here. I love very close to Maastricht. I studied there at the University. And now I work in Maastricht. I love the city. There’s so much to see. Great shops and lovely restaurants. I’ve been to Los Amigos which was nice. I can also recommend Burgerlijk.

    1. Hi Carola! It’s always nice to read your comments 🙂
      We agree on what you’ve said about Maastricht, it so beautiful. Next time we have to try Burgerlijk, we will follow your suggestion!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *